23 Marzo 2017

In questo articolo vi illustreremo il lavoro che abbiamo svolto oggi durante la lezione di Orto e Tetto Verde.

In primo luogo abbiamo visto questo filmato:

Tool – Lateralus / Fibonacci Spiral ITA

Successivamente il professore ci ha aggiornati su alcuni  lavori che vorremmo eseguire al più presto come:

Fare un kokedama giapponese

In seguito, ci siamo divisi i compiti e abbiamo iniziato a lavorare, i compiti sono stati:

  • Pulizia del Tetto Verde dagli aceri,
  • Pulizia dell’orto,
  • Ordine dell’orto e delle varie piantine,
  • raccoglimento dati.

Ecco le foto:

-Alessandra 

Annunci
Pubblicato in diario esperienze, Senza categoria | 3 commenti

Magnifica giornata! Il coronamento di tanti sforzi e tanto impegno

Ieri, 21 Marzo 2017 si è svolta presso il Liceo Scientifico Keplero l’inaugurazione del Tetto Verde dalle 11.30 fino alle 13.30.
Noi studenti siamo stati coinvolti in modo diretto a questa giornata vendendo piantine, registrando i partecipanti e iscrivendoli al blog e inoltre spiegando il nostro lavoro.

Come ha definito il nostro professore:”Magnifica giornata! Il coronamento di tanti sforzi e tanto impegno!”.

Abbiamo accolto circa 100 persone nella nostra piccola Aula Magna ed è stata una gioia vedervi tutti appassionati al nostro lavoro.
Indubbiamente è stato difficile e soprattutto noi studenti abbiamo fatto tanti sforzi per seguire questo progetto ma la soddisfazione è davvero tantissima.
Siamo veramente felici e speriamo di poter replicare al più presto questa mattinata.
Ringraziamo tutti coloro che sono stati presenti, che ci hanno ascoltato e si sono registrati al nostro sito.
Ringraziamo tutti coloro che hanno comprato una piantina e che se ne prenderanno tanta cura, come noi facciamo con quelle del tetto verde e dell’orto.
Siamo felici, soddisfatti e appassionati di questa bellissima attività.
Ringraziamo soprattutto il professor Roberto Casalini, il nostro professore di scienze senza cui tutto ciò non sarebbe stato possibile. Ha fatto partire il progetto di orticoltura tre anni fa non pensando di arrivare ad un traguardo del genere.

GRAZIE!

14721451_1694188437565363_176306947162458760_n

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

Video del Tetto Verde

Scopri, grazie a questo video, come è stato costruito il nostro Tetto Verde.
Durante quest’estate il nostro Liceo, Liceo Scientifico Giovanni Keplero di Roma è diventato la prima scuola italiana con Tetto Verde, su cui noi studenti pratichiamo una una sperimentazione in ambito scientifico.

Ricordati dell’evento di inaugurazione clicca qui per saperne di più

Pubblicato in giardinaggio, orto | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Inaugurazione del tetto verde

Tetto verde

Il nostro liceo è il primo con tetto verde.
Il tetto verde è stato costruito quest’estate grazie al professor Roberto Casalini, in collaborazione con l’Harpo Spa.

Il nostro professore ha iniziato questo progetto di orticoltura circa 3 anni fa. Abbiamo iniziato trasformando il giardino della scuola in un orto, coltivando diverse specie. I frutti che venivano fuori li vendevamo e ancora ora li vendiamo in modo da avere dei fondi. Con i soldi che ricaviamo ci compriamo un po’ di materiale didattico ma la maggior parte dei soldi vengono dati in beneficienza ad associazioni umanitarie e animistiche:

  • Anno 2014/2015: Medici senza Frontiere
  • Anno 2015-2016: Brigate di Solidarietà Attiva (100€) causa emergenza terremoto
  • Dicembre 2016 : LAV (50€) e Greenpeace (50€)

Sul tetto verde gli strumenti che utilizziamo sono tre pluviometri, uno per ogni cassone, che misurano le quantità di acqua che le piante e il terreno non riescono a trattenere, da usare insieme ai dati inviatici dalla stazione meteorologica presente all’Eur, tre sensori per il rilevamento della temperatura e umidità del terreno, altrettanti sensori che rilevano l’umidità e la temperatura dell’aria, e due data logger che fungono da centraline per la raccolta dei dati.
Ogni dato rilevato dai vari strumenti deve passare nei data logger, dai quali li estraiamo e analizziamo in un computer adibito alla sperimentazione.
Nel computer è presente un programma fornitoci dalla compagnia che produce i data logger e gli altri strumenti, la Decagon, dove immettiamo i dati raccolti per catalogarli.

Il tetto verde è dotato di un sistema di irrigazione.

Sono presenti 6 specie: Allium schenoprasum, Cerastium tomentosum, Teucrium chamaedrys, Thymus serpillum, Saponaria ocymoides, Lavandula stoechas.

Dopo l’installazione del tetto verde nell’estate 2016 e l’avvio della sperimentazione è giunto il momento di presentare il risultato del nostro lavoro ai media, alle istituzioni e alle università. Ma soprattutto a tutte/i coloro che ci hanno seguito con attenzione e entusiasmo in questi mesi di preparazione: il loro appoggio e il loro supporto sono per noi linfa vitale per proseguire con il massimo impegno nel nostro progetto. Grazie a tutte/i, vi aspettiamo partecipi e numerosi.

per sapere di più clicca qui

 

-Alessandra Marenga

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Una mattina da universitari

Ieri (Venerdì 20 Gennaio 2017) ci siamo recati all’Università RomaTre presso la facoltà di Biologia.
Abbiamo avuto il piacere di seguire due ore di lezione di etnobotanica e nutrizione spiegata dalla professoressa Flavia Bartoli.


L’etnobotanica è la scienza che si occupa di studiare le tradizioni dei popoli dell’uso delle piante per una corretta alimentazione.
L’etnobotanica si afferma nel 1895 come vera scienza.


Le piante si possono sfruttare in modi diversi:

  • Per uso magico e religioso.
  • Per scopo domestico artigianale
  • Per uso medicinale

Per usare una determinata pianta bisogna conoscerla, ecco così che inizia l’indagine etnobotanica che consiste in vari passaggi:unnamed

 

  • Nome dialettale: sapere il nome della piante, il nome però cambia di zona in zona (a seconda del dialetto) come ad esempio il  Taraxacum Officinale che è anche chiamato Tarassaco,  Soffione, Pisciacane,  Pisciatiello,  radicchio di prato.
  • L’uso della pianta: conoscere per quali scopi si utilizza una determinata pianta, per il Taraxacum Officinale  il suo uso può essere sia alimentare che per scopi medici (il latte bianco che produce viene usato come antinfiammatorio)
  • Parte utilizzata: conoscere quale parte della pianta viene utilizzata, nel Tarassaco si utilizzano solo le foglie
  • Periodo di raccolta: per il Soffione avviene in primavera o in autunno, prima che le foglie diventino amare.
  • Ambiente: conoscere in quale ambiente cresce e determinare se l’ambiente è buono. Qui in città ad esempio non è consigliato raccogliere queste piante per uso alimentare.

 


Diverse sono le piante utilizzate per uso alimentare, tra le più usate:

  • Cicoria: della Cicoria vengono usate le foglie, fa bene al fegato. La fioritura avviene tra Luglio-Ottobre e la raccolta tra Marzo-Giugno.

images

  • Portulaca: Sebbene sia una pianta infestante è anche una pianta riconosciuta come antitumorale.

portulaca

  • Taraxacum Officinale: il Tarassaco è un’infiorescenza (composto da più fiori).

taraxacum-officinale1

  • Ravanello Selvatico: molto utilizzato nelle insalate e zuppe. Fa parte della famiglia delle crucifere (come la Ruchetta).

raphanus_raphanistrum_49773_228696

  • Asparago: dell’asparago noi utilizziamo i germogli che vengono chiamati turioni. Ha un’azione diuretica.

asparagi

  • Finocchietto Selvatico: ottimo per tisane e insalate.

Fennel herbs

  • Bieta: utilizziamo sia le foglie che la radice per estrarre lo zucchero.

bietola_380

  • Mentuccia:  vegeta spontanea negli incolti isolati, nei prati. Fioritura da giugno a Ottobre.

mentuccia-romana-50-semi-menta-spicata

  • More: si trovano nei —terreni incolti, lungo sentieri. Fioritura da maggio a luglio

50231

  • Nespole: È noto l’uso della polpa dei frutti freschi, immaturi, come antidiarroica e astringente intestinale. Contengono anche una certa quantità di acido formico, acetico, che ne determinano il gusto acidulo.

1004_0

  • Ortica: La fioritura è da Maggio a Novembre. Ricca di: acido salicilico, vitamine A, C e K, sali minerali.

ortica

Vi lasciamo in oltre il File PDF etnobotanica-nutrizione che  gentilmente Flavia Bartoli ci ha fornito (il documento che ci ha spiegato durante la lezione) con tutte le informazioni più dettagliate.

L’immagine in evidenza non è nostra. Fonte: Internet.

Alessandra Marenga

 

Pubblicato in diario esperienze, giardinaggio, orto, Rimedi naturali, Senza categoria, Storia dell'agricoltura | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti

Sempre al lavoro

Oggi al Liceo Scientifico Keplero il gruppo dell’orto ha svolto diversi compiti, ricoprendo così altre 2 ore di alternanza scuola-lavoro.
Per iniziare abbiamo messo a dimora alcuni semi già germogliati:

  • La maggiorana
  • La tisana regolare
  • Lathyrus odoratus

Abbiamo poi messo a germogliare alcuni semi e fatto un foglio di dati excel riguardo la germogliazione dei semi.
Inoltre dei ragazzi hanno lavorato ai dati del tetto verde.
Ma la cosa più bella è che abbiamo avuto l’onore di ospitare colui che si occupa del sito che ci fornisce i dati termici e pluviometrici della centralina dell’eur.
Un sito molto utile per comprendere l’andamento meteorico e quindi alcuni dei fattori ecologici che influenzano le nostre piante, tetto verde e orto.

Clicca qui per aprire il sito!

Alessandra Marenga

Pubblicato in giardinaggio, orto, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , | 1 commento

Ondata di gelo nun te temo

Ieri (14 Gennaio), durante l’Open day abbiamo sistemato dei teli di plastica sui cassoni del nostro tetto verde, per evitare che le nostre piante siano sottoposte all’ondata di gelo che è prevista su Roma nei prossimi giorni.

Chiara Carabellese

Pubblicato in coltivazioni, diario esperienze, orto, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento