L’orticoltore e la Luna.

Per l’orticoltore è fondamentale tener d’occhio il calendario, il clima, la luce di ogni periodo e mese dell’anno.
L’orticoltore, inoltre ha l’abitudine di seguire le fasi lunari per organizzare le varie attività agricole.
In molti siti e documentari viene spiegato il fatto che la luna influenzi le piante.

MA COSA NE SAPPIAMO?
Ci sono tantissime pubblicazioni non scientifiche che sostengono che questo è vero.
Un’esempio molto diffuso è il “The Biodynamic Soweing and Planting Calendar”, elaborato da Maria e Matthias Thun, ma ci sono anche siti come il “The Old Farmer’s Almanac” e anche in Italia ne troviamo diversi come “Giardinaggio.it” o “erbaviola.com”.
Queste teorie si basano su fatti e credenze popolari e non ci sono esperimenti.

La letteratura scientifica però approva l’influenza lunare sulle piante.
Ci sono stati molti esperimenti in laboratorio, utilizzando una luce 0.1lux durante la notte, il tempo fotoperiodico di molte piante viene influenzato.


fotoperiodismo Insieme dei fenomeni che insorgono nelle piante in relazione al fotoperiodo, cioè alla lunghezza del periodo diurno di luce (non all’intensità della luce); dal fotoperiodo sono regolate molte funzioni, di cui la più evidente è il passaggio dalla fase di attività vegetativa a quella riproduttiva, cioè l’induzione della fioritura.
In alcuni casi di piante la luce lunare può influire.


“La letteratura sulla luna e l’influenza sulle piante, può essere divisa in due gruppi: uno è composto da reiterazioni sulle credenze dei contadini, su miti e regole antiche e moderne, e simili dichiarazioni non comprovate; il secondo gruppo consiste in esperimenti con una base di dati numerici significativi per le analisi statistiche. Questo secondo gruppo a sua volta consiste in: a) esperimenti principalmente interni alla scuola antroposofica, che dimostrano l’esistenza degli effetti lunari sulla crescita delle piante; e b) esperimenti di orticoltori e silvicoltori, che dimostrano che non esistono simili effetti, e se anche esistono, non hanno alcun valore pratico nell’agricoltura.”

Trattato scritto nel 1946 da Dr. C.F.C Beeson

Inoltre esiste un’altra teoria per cui la luna crea le maree (degli Oceani) e quindi ci deve essere un effetto simile sulle piante.

Ernst Rudolf Zürcher nel 1998 publicò la prima dimostrazione riguardo questo fatto su “Nature”, in cui spiegava di un possibile richiamo osservato tra lo spessore dei tronchi degli alberi e le maree.
Zürcher diceva che alcuni alberi fatti crescere in dei contenitori specifici, a temperatura controllata e al buio subivano una fluttuazione del diametro del tronco in base alla marea.

Nel 2000 un altro team lavorò sulla pubblicazione di Zürcher e fecero nuovi esperimenti più precisi.
Si ebbe una seconda pubblicazione dall’università della Finlandia.
Hanno sperimentato le variazioni di tronco e dello xilema di alcuni Pini Scozzesi chiamati Pinus Sylvestris. I dati sono stati raccolti dell’arco di tempo 1 a 4 mesi. Però non ha avuto risultati efficienti sulle maree e nemmeno sullo spessore del tronco e riguardo lo spessore dello xilema. I ritmi sono associati con il gonfiare e il rimpicciolirsi delle cellule.

variazione-alberi-516x700

La Luna orbita attorno alla Terra ad una distanza di circa 382.400 chilometri.
Il mese lunare è pari ai 29,53 giorni che la Luna impiega fra un plenilunio e il successivo.
Le condizioni di illuminazione della luna da parte del Sole vista dalla terra variano di mese sinodico (intervallo di tempo tra due noviluni), ciò è ha il termine di “Fasi Lunari”.
L’intervallo di tempo delle fasi lunari è pari ai 29 giorni, per questo non si ripetono nelle stesse date.
Le fasi della luna: Nuova(novilunio), Crescente, Primo quarto, Gibbosa crescente, Piena, Gibbosa calante, Ultimo quarto, Luna calante.

  • Nella luna nuova (Novilunio) si ha una forte energia rinnovatrice, la luna è più vicina al sole e non può essere vista.
  • Durante la luna crescente, indicata come “crescente” la vita è in crescita. Ciò vale per le piante e tutto il resto. La Luna crescente ci da il momento di rigenerarci e di potenziarci, è consigliabile piantare le verdure (no quelle a foglia) e le piante in superficie durante questa fase.
    La Luna si sposta verso EST ed assume una forma a “D”.
  • Durante la Luna piena le piante e tutti gli esseri umani percepiscono il cambiamento della direzione. Le erbe medicinali colte durante questa fase hanno più effetti. Gli alberi potrebbero morire, ma la concimazione è più efficace.
    La luna è dall’altra parte della terra rispetto al sole ed è molto visibile.
  • Nella Luna calante i succhi si ritirano verso la radice, è consigliabile piantare o seminate in luna calante le verdure che crescono sotto terra. effettuare i trattamenti contro i parassiti e contro le erbacce; anche le potature; le verdure a foglia (insalate, spinaci, cavolo bianco e rosso) vanno piantate in questa fase. La luna si sposta verso Ovest ed assume la forma a “C”

“Luna bianca tempo bello, luna rossa venticello, luna cerchiata campagna bagnata.”

cache_13345764

Lavori luna calante:

  • Potare viti
  • Potare alberi
  • Separare cespi
  • Dividere bulbi e rizomi
  • Vendemmiare

Lavori luna crescente:

  • Tagliare legna
  • Innesti
  • Piantare alberi
  • Piantare arbusti e rose
  • Raccogliere la frutta
semine-lune

Calendario lunare delle semine


Risorse:

(Alessandra Marenga)

Annunci

Informazioni su Keplero Garden & Microbiology

Si discute di orticoltura, ma anche di alimentazione, di fitoterapia, di ecologia, di riqualificazione urbana, di didattica e di tanto altro!
Questa voce è stata pubblicata in coltivazioni, orto e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...