Di fronte alla natura siamo impotenti

Siamo impotenti di fronte alla forza della natura.
(Reinhold Messner)

Ed è con questa frase che noi studenti vogliamo aprire questo articolo.
Il terremoto che ha distrutto Amatrice è avvenuto ieri (24/08/2016) alle ore 3,36 di notte, a seguire ci sono state molte altre scosse.
Amatrice, uno dei borghi più belli di Italia con circa 2650 abitanti.
La storia di questo paese risale all’epoca preistorica, un borgo che raccontava la sua storia.
Per noi Italiani famoso anche per l’amatriciana.
Ora Amatrice non c’è più.
È crollata e insieme a lei centinaia di persone, un disastro che ricorda l’incubo del 1979 nella Valnerina.
La prima scossa è stata di M 6.0 con epicentro nei pressi della provincia di Rieti e ipocentro a 4km di distanza.
Le prime notizie riguardo il terremoto sono state mandate via Twitter tramite l’hashtag “terremoto”.
A seguire le dirette televisive.
Trovati oltre 240 vittime e 200 feriti, numero che sta raggiungendo il terremoto dell’Aquila del 2009.
Molti alberghi, agriturismi e persone stanno mettendo a disposizione le camere e abitazioni.
Tante raccolte di ogni bene di prima necessità si stanno creando, per aiutare Amatrice e tutti i suoi abitanti.
Girano tantissimi post sui social in cui si chiede un contributo per Amatrice.
Noi lo facciamo, noi doneremo i nostri soldi al disastro avvenuto.
Doneremo il nostro ricavato delle vendite agricole che abbiamo ottenuto durante quest’anno.
Vogliamo aiutare tutti coloro che sono stati coinvolti in questa tragedia, affinché le cose si stabilizzino e affinchè le cose vadano per il meglio.
Ci piacerebbe invitare anche a voi a donare beni di prima necessità.

Servono i seguenti oggetti, da portare nei vari punti di raccolta (sotto indicati):

    • Lenzuola singole nuove o usate (pulite);
    • Asciugamani (puliti);
    • Cuscini (puliti);
    • Carta igienica;
    • Rotoloni asciugatutto;
    • Bicchieri di plastica;
    • Piatti di plastica;
    • Tovaglioli di carta;
    • Prodotti per la pulizia personale (shampoo, bagnoschiuma,sapone, dentifricio)
    • Salviette umidificate;
    • Pannolini (per adulti e per bambini);
    • Assorbenti
    • Colori per i bambini;
    • Blocchi di carta;
    • Giochi per i bambini;
    • Acqua minerale;
    • Torce e pile;
    • Apriscatole;
    • Kit pronto soccorso;
    • Medicine da banco (tachipirina – cerotti – pomate per ferite);
    • Lettini da campo;
    • Brandine;
    • Coperte;
    • Vestiario (scarpe, tute, ecc).

O sennò donando soldi tramite le varie associazioni o tramite le varie persone incaricate.

PUNTI DI RACCOLTA
Municipio XI

  • PD Marconi
    via Eugenio Barsanti 25, orari raccolta:
    giovedì 25: 10-30-12:30, 17:30-19:30
    Venerdì 26: 10-30-12:30
  • PD Magliana
    Via Vaiano 3, orari raccolta:
    giovedì 25: 10:00-12:00, 17:30-19:30
    Venerdì 26: 10:00-12:00, 17:30-19:30
  • PD Portuense
    Via Pietro Venturi 33, orari raccolta:
    giovedì 25: 11:00-13:00, 17:00-19:00
  • PD Corviale- Muratella
    Via Agostino Magliani 70, orari raccolta:
    giovedì 25: 18:00-19:30
    venerdì 26: 10-30-13:00
  • Gazebo di solidarietà
    Largo di S. Silvia, Portuense
    orari raccolta: 17:00-20:00

Municipio VI

  • Polisportiva Castelverde
    Via Manopello 134, orari raccolta: 18.00-20.00

Municipio I

  • Presidenza del Municipio I, via Petroselli 50, 3° piano
    orari raccolta: dal lunedì al venerdì 10.00-16.00

Municipio VI

  • Via Antonio Tempesta 126
    orari raccolta: giovedì 25 agosto 10.00-21:00

Municipio VII

  • Piazza Cinecittà 1, orari raccolta:
    giovedì 25 agosto 14:00-18:00
    venerdì 26 agosto 10:00-17:00
    sabato 27 agosto 9:00-13:00
    lunedì 29 agosto-venerdì 2 settembre 10:00-17:00
  • Via Appia Nuova 450, orari raccolta:
    giovedì 25 agosto 14:00-18:00
    venerdì 26 agosto 10:00-17:00
    sabato 27 agosto 9:00-13:00

Municipio XII

  • Astral Spa
    Via del Pescaccio 96/98
    orari raccolta: mercoledì, giovedì, venerdì 6:45-20:30; sabato 7:00-12:00
    Per info: 06.51687788

Concludiamo così il nostro articolo:

Amiamo fino allo sfinimento, facciamo quello che vogliamo. Viviamo a mille e sfrenati. Viviamo di notte. Viviamo di giorno. Fate l’amore, urlate, cantate e divertitevi perché in non meno di nulla qualsiasi cosa, anche la più bella, si trasforma in quel soffio che fa crollare il castello di carte che hai quasi finito di costruire. Quell’onda che ti porta via il lavoro di sabbia. Quella terra che ti porta via la vita dopo averla donata.
Ciao piccoli angioletti di ogni tipo. La terra che vi ha voluto, è la terra che vi ha straziato. Evidentemente, anzi sicuramente, c’è un posto più bello adibito a voi.

Gds ©

Questo slideshow richiede JavaScript.

(Alessandra Marenga 2°F)

Annunci

Informazioni su Keplero Garden & Microbiology

Si discute di orticoltura, ma anche di alimentazione, di fitoterapia, di ecologia, di riqualificazione urbana, di didattica e di tanto altro!
Questa voce è stata pubblicata in Disastri ed eventi naturali, Senza categoria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Di fronte alla natura siamo impotenti

  1. Pingback: I 12 terremoti più gravi dal 1900 | Keplero Garden & Microbiology

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...